Come pagare l'imposta di bollo

PAGAMENTO DELL’IMPOSTA DI BOLLO

Nel caso di presentazione di istanze per via telematica, che prevedano l’assolvimento dell’imposta di bollo, ai sensi del D.P.R. 642/1972, l’utente deve provvedere al pagamento dell’imposta versando l’ammontare corrispondente.

Quindi, l’'imposta non dovrà più essere corrisposta con la modalità tradizionale (mediante cioè l'applicazione della marca da bollo sull'istanza).

L'importo dovuto, per la domanda, deve essere pagato, con versamento, prima della presentazione telematica della domanda.

Per le istanze trasmesse in via telematica l'imposta di bollo è dovuta in misura forfettaria di Euro 16,00 a prescindere dalla dimensione del documento.

Allo stesso modo per gli atti e provvedimenti rilasciati per via telematica l'imposta di bollo è dovuta nella misura forfettaria di Euro 16,00 a prescindere dalla dimensione del documento.

Il pagamento dell'imposta di bollo relativo alla presentazione di istanze telematiche al Suap, è necessario per l'utente:

  • acquistare la marca da bollo da euro 16,00 ed inserire il suo numero seriale all'interno della dichiarazione contenuta nell'istanza telematica e allegare, obbligatoriamente, scansionato, copia del contrassegno in formato .pdf (art. 3, comma 2, del DECRETO INTERMINISTERIALE 10 novembre 2011, recante misure per l'attuazione dello sportello unico per le attività produttive);

  • compilare MODULO F23 dell'Agenzia delle Entrate. Per la compilazione del modulo F23 l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione un programma che esegue semplici controlli formali sui dati inseriti evitando errori nella procedura di versamento. Una volta compilato il modello, l’importo dovuto può essere versato presso gli sportelli di banche, di Poste Italiane S.p.A. oppure degli agenti della riscossione.

Prova dell'avvenuto versamento dell’imposta di bollo

L’utente, dopo aver effettuato il pagamento dell'imposta di bollo e/o dei diritti di istruttoria deve obbligatoriamente allegare alla domanda:

  • la prova del versamento effettuato, costituita dal file in formato .pdf dell'attestazione/quietanza di avvenuto pagamento (es. la scansione della ricevuta di pagamento oppure la ricevuta digitalizzata nel caso sia utilizzato il servizio cosiddetto home banking.

  • il modulo distinta di versamento, seguento le istruzioni riportate nelle SEZIONI TEMATICHE di questo sito.

Indicazioni per la compilazione del modulo F23 direttamente sul sito dell'Agenzia delle Entrate

Nella compilazione del modulo F23 occorre attenersi alle seguenti istruzioni:

1)scelta del tipo di pagamento da effettuare: selezionare la voce “Altri casi ”.

2)indicazione dei codici fiscali: inserire il codice fiscale dell’impresa e, eventualmente, del legale rappresentante.

3)indicazione dei dati anagrafici:

  • versamento diretto al concessionario di: dal menù a tendina selezionare il nome dell'Ente

  • delega irrevocabile a: compilare con i dati relativi alla banca o all’ufficio postale presso il quale si intende eseguire il pagamento.

  • dati anagrafici soggetto tenuto al versamento: compilare con i dati dell’impresa

4)indicazione dei dati del versamento: compilare i quadri con le seguenti informazioni:

  • Ufficio o ente: inserire il codice dell’Ufficio Territoriale dell’Agenzia delle Entrate competente per il Comune presso il quale si sta presentando l’istanza. Per il codice ufficio si deve fare riferimento alle Tabelle dei codici degli uffici finanziari e delle Direzioni Regionali e Provinciali pubblicate sul sito dell’Agenzia delle Entrate. L’elenco dei comuni dipendenti da ogni ufficio territoriale è pubblicato sul sito dell'Agenzia delle Entrate (per l'ambito forlivese il codice è TGP).

  • Estremi dell'atto o del documento:

    • Anno: inserire l’anno corrente

  • Tributi:

- Codice tributo: 456T

  • Importo: inserire l’importo relativo all’imposta di bollo dovuta per la specifica istanza.

Una volta compilato il modello, l’importo dovuto può essere versato presso gli sportelli delle banche, di Poste Italiane S.p.A. oppure degli agenti della riscossione.

I Comuni dell'UCRF

  • Bertinoro
  • Castrocaro Terme e Terra del Sole
  • Civitella di Romagna
  • Dovadola
  • Forlì

  • Forlimpopoli
  • Galeata
  • Meldola
  • Modigliana
  • Portico e San Benedetto

  • Predappio
  • Premilcuore
  • Rocca San Casciano
  • Santa Sofia
  • Tredozio